Diocesi di Termoli Larino

Il monachesimo è un  fenomeno, comune a molte religioni, per cui alcuni individui si allontanano dalla vita sociale per vivere in modo più completo il rapporto con Dio.
Il termine  monachesimo deriva dalle voci greche monos (solo) e oikia (casa) e significa luogo dove si vive in solitudine.
Queste persone realizzano il loro ideale conducendo una vita solitaria o in comunità. Coloro che scelgono di vivere in solitudine si chiamano monaci anacoreti, quelli che vivono in comunità si chiamano monaci cenobiti.
Le prime notizie sul monachesimo risalgono al 280 dopo Cristo, quando in Egitto e in Siria Orientale alcuni cristiani cambiarono completamente il loro modo di vivere: lasciando gli  affetti, il lavoro, i beni e si ritirarono in solitudine e in povertà, per imitare Gesù.
Uno dei primi  è il giovane Antonio che 
in Egitto inizia una vita solitaria e di preghiera nel deserto, avendo come dimora una grotta, sul monte che ora domina il suo monastero a 160 km a sud est del Cairo.
Sceglie l’esperienza dell’anacoretismo per seguire Gesù nel modo più totale possibile e diventa ben presto il consigliere di altri anacoreti, che riconoscono in lui una guida.
Altre figure di spicco delle origini del monachesimo sono Pacomio e Basilio.

Qualche anno più tardi, sempre in Egitto, il giovane Pacomio inizia un nuovo tipo di monachesimo caratterizzato non più da monaci che solo di tanto in tanto si ritrovano insieme, ma da monaci che vivono in comune in grandi case chiamate Monasteri, si aiutano reciprocamente sulla strada che porta a Dio e sono come una famiglia in cui ognuno ha le sue occupazioni: sono i primi cenobiti.
In Turchia, intorno al 350, Basilio fonda numerosissimi monasteri, che seguono l’esempio di quelli di Pacomio, ma prestano maggiore attenzione allo studio della Sacra Scrittura e degli altri scritti cristiani.
 La figura più importante del monachesimo occidentale è Benedetto, nato a Norcia nel 480. E' considerato il fondatore per il valore della sua Regola.

In allegato la stampa: "L'abate Desiderio offre la Regola  a Benedetto"