Diocesi di Termoli Larino

Non abbiate paura” è l’invito che compare ad ogni teofania ed è la frase che più ripete Gesù Risorto tutte le volte che si mostra ai suoi discepoli. Un invito che aiuta ad affrontare momenti bui, difficili, di persecuzione, sapendo che il Signore è sempre accanto ad ognuno di noi. È la stessa frase che dice un padre al proprio figlio che sta imparando a nuotare: “Buttati, non avere paura, ci sono io!” o mentre comincia a pedalare su due ruote. E dovendo immaginare la vita di un martire nei momenti prima del proprio martirio, ci piace credere che questa frase sia quella che si sentono più spesso dire da Gesù che li accompagna fino all’estremo della loro testimonianza. “Non abbiate paura” di affrontare ingiustizie a causa del Vangelo; di essere perseguitati perché scegliete di stare dalla parte dei poveri; di essere umiliati, oltraggiati, calpestati, perché perseguite con tenacia la via del Signore;
Non abbiate paura perché per voi è già grande la ricompensa, non dovrete aspettare chissà quanto tempo
Il miracolo di un martire,  è proprio questo: continuare a pensare e a sperare di avere di fronte amici e fratelli e non potenziali carnefici, anche quando questo poi accade. Il martire sceglie di restare perché crede che quell’assassino è un fratello da amare e al quale far conoscere l’Amore infinito del Padre.
A noi viene chiesto a chiare lettere:
“ Non abbiate paura di essere testimoni di ………….
  • Verità
  • Libertà
  • Speranza
  • Legalità
  • Cambiamento
“ Non abbiate paura”
  • Di affrontare ingiustizie a causa del Vangelo;
  • di essere perseguitati perché scegliete di stare dalla parte dei poveri;
  • di essere umiliati, oltraggiati, calpestati, perch’ perseguite con tenacia la via del Signore.
 
Tutto il materiale preparato dal Centro nazionale  per la celebrazione della Giornata può essere scaricato dal portale di http://www.missioitalia.it/ nella sezione Download –Giornata dei Missionari Martiri- Materiale per l’animazione





.
pubblicata in data