Diocesi di Termoli Larino

Sabato 25 marzo presso la Casa di Formazione “Giovanni XXIII”, a Larino, ha avuto luogo il ritiro mensile delle religiose presenti in Diocesi.

La giornata, occasione propizia per le nostre Congregazioni per sentirci in comunione e, attraverso i nostri carismi, a servizio, insieme,  della Chiesa tutta,  è iniziata con la preghiera delle lodi.

Il nostro vescovo, Mons. Gianfranco De Luca, ci ha  poi offerto una profonda ed articolata riflessione su tre brani del Vangelo :

         L’annunciazione, (Lc 1,26-38).
         La Presentazione di Gesù Bambino al Tempio (Lc 2,34-35).
         Maria ai piedi della Croce (Gv19,25-27)

 Mi piacerebbe  riportarla  integralmente, ma ne sottolineo soltanto alcuni punti essenziali.

 *L’annuncio dell’Angelo trasformò tutta la vita di Maria con la prospettiva luminosa del Figlio di Dio che stava per diventare in lei anche figlio dell’uomo: questa è la prima Annunciazione, quella che tutti conosciamo con questo nome.

 *Un secondo annuncio Maria lo ebbe dal vecchio Simeone al Tempio: secondo le parole profetiche di Simeone,  quel Bambino avrebbe suscitato contraddizioni e contrasti, di cui avrebbe sofferto anche lei, la Madre, che sentirà il suo cuore come trafitto da una spada.

 *Accanto alla Croce, Maria riceve il terzo annuncio dal Figlio suo che le rivela la sua chiamata a un’altra maternità, quella  universale, come è la redenzione da Lui operata, frutto di un amore che non rifugge dalla sofferenza neppure di fronte alla morte di croce.

Per Maria la maternità alla quale è chiamata sarà frutto della partecipazione all’amore e al dolore del Figlio suo per noi.

 Questi tre brani ci hanno fatto entrare nella dinamica della risposta al piano di Dio.       

Maria, donna fragile e allo stesso tempo forte, ha avuto il coraggio di dire “Si” a un progetto così grande e  trascendente.

Anche noi, in modo particolare in questo tempo quaresimale, siamo sollecitati a metterci dinanzi a Gesù, a guardare il suo Volto,  per essere pronti a pronunciare il nostro SI  e convertirci al piano di Dio, a quello che chiede a ciascuno di noi ogni giorno.

Seguiamo, dunque, l’esempio di Maria per far sì che il dono ricevuto da Dio si compia nella nostra vita di consacrate!

Alla meditazione ha fatto seguito un momento di silenzio e l’Adorazione Eucaristica.

Alle 12.00 abbiamo celebrato la Santa Messa.

Le suore della Carità di Santa Giovanna Antida  Thouret, come ogni anno nella ricorrenza dell’Annunciazione del Signore , hanno rinnovato i loro voti religiosi. E’ stato il momento favorevole perché tutte noi ci unissimo a loro nella preghiera e nelle intenzioni.

 Ringraziamo il nostro Vescovo per la sua presenza e guida paterna.

 

                                                                       Suor Alma Delia Rodriguez Arana

                                                                     Catechista di Maria Santissima OSB

 

 

 

 


 

 

pubblicata in data