Diocesi di Termoli Larino

L'iniziativa di  vivere  “24 ore per il Signore” anche nei penitenziariè stata proposta dall'Ispettore generale delle Carceri. 
I cappellani – ha osservato il presidente del Dicastero, l’Arcivescovo mons. Rino Fisichella, sono stati allertati per vivere questa esperienza e questo momento di perdono: un momento pensato, voluto e atteso”.

La Diocesi di Termoli – Larino ha condiviso tale iniziativa e, quindi, la “giornata del perdono” è stata celebrata anche nel carcere di Larino ottenendo coinvolgimento e partecipazione.

I volontari hanno curato tutta la parte della catechesi dedicata proprio al senso del Sacramento della riconciliazione preparando i detenuti ad accostarsi a questo momento significativo.

Il cappellano, don Marco Colonna e il parroco della Cattedrale, don Costantino Di Pietrantonio hanno quindi accolto tutti coloro che hanno voluto confessarsi rinnovando così anche le parole di Papa Francesco: “Il confessore è chiamato ad essere uomo dell’ascolto: ascolto umano del penitente e ascolto divino dello Spirito Santo. Ascoltando davvero il fratello nel colloquio sacramentale, noi ascoltiamo Gesù stesso, povero ed umile; ascoltando lo Spirito Santo ci poniamo in attenta obbedienza, diventiamo uditori della Parola e dunque offriamo il più grande servizio ai nostri giovani penitenti: li mettiamo in contatto con Gesù stesso”.








.
 

 


pubblicata in data