Diocesi di Termoli Larino

Riuscita in piazza Duomo a Termoli  la prima serata di “Agorà – Germogli di vita”, l'evento della Diocesi di Termoli – Larino voluto dal vescovo Gianfranco De Luca per presentare e condividere i temi, le attività e le iniziative realizzate sul territorio abbinandole a forme espressive capaci di richiamare un pubblico vasto e variegato seguendo l'indicazione di Papa Francesco di promuovere con impegno e sensibilità sempre più una “Chiesa in uscita” che abita il vivere quotidiano.

La manifestazione di giovedì 5 luglio è stata curata dalla Consulta dei Laici che raggruppa movimenti, associazioni e altre realtà sul territorio della comunità diocesana.
“Più vivi, più umani. È possibile essere santi oggi?” questo il tema della serata-incontro incentrata sulla santità con un focus sull'esortazione apostolica di Papa Francesco 'Gaudete et Exultate' che si è snodata tra storie di vita quotidiana e altri momenti di riflessione e confronto.

Sul palco di piazza Duomo la giornalista Annachiara Valle, vaticanista di Famiglia Cristiana e la cantautrice, Chiara Grillo, accompagnata da tre musiciste.

Tea e Francesco hanno proposto la lettura di alcuni passaggi dell'esortazione di Papa Bergoglio, seguiti dalla presentazione di quattro storie di vita quotidiana sperimentate, come segni di santità, da coppie, famiglie e associazioni del territorio.

La santità – questo il senso della serata - è l’avventura di chi non si accontenta di un ‘esistenza mediocre. Santi sono gli uomini e le donne che non sono sugli altari, ma sono persone che hanno percorso nel loro quotidiano questo cammino di vivere abitualmente alla presenza di Dio, senza grandi clamori o segni, semplicemente, nell’ordinarietà; persone che, pur se non si vedono, esistono. In particolare di fronte alle  prove della vita sanno dare ragione della speranza”.

Dalle difficoltà nella malattia e nel dolore incontrate e affrontate con fede e speranza da una giovane coppia nel primo anno di matrimonio, alla testimonianza di una mamma di una casa famiglia, agli sposi che hanno intrapreso la strada dell'adozione di un bambino fino ai rischi e alle dipendenze dalle nuove tecnologie con una singolare lettera al cellulare.

Quattro storie che si sono intrecciate con le riflessioni sulla santità nel quotidiano, piccoli gesti condivisi dalla giornalista Annachiara Valle in un dialogo con il conduttore, Fabrizio Occhionero, aprendo con passione e competenza lo sguardo sui contenuti dell'esortazione di Papa Francesco ma anche al ruolo delle associazioni laicali, quello di una “grande famiglia” su cui poter contare sempre ma restando sempre ancorati alla fede, ai valori e agli insegnamenti di Gesù Cristo contro ogni indifferenza e “scrupolo di coscienza”.  Applausi per i brani della cantautrice Chiara Grillo, accompagnata da Donatella Casa al flauto, Federica Galletti al violoncello e da Sara Lanci (voce e percussioni). Melodie e sonorità coinvolgenti e cariche di emozioni che hanno coinvolto un pubblico attento e numeroso. La presidente della Consulta delle aggregazioni laicali della Diocesi di Termoli – Larino, Grazia Servillo, ha ringraziato il vescovo De Luca, le ospiti della serata e tutti coloro che hanno condiviso un progetto di confronto e crescita personale e comunitaria rinnovando l'impegno sul territorio per consolidare una rete aperta all'inclusione.
 
pubblicata in data