Diocesi di Termoli Larino

 

Un'esperienza unica e carica di significato che ha coinvolto persone di ogni età, rinnovando un rapporto speciale fondato su fede,  devozione e autentica amicizia.

Da una parrocchia di Roma, zona Casal Palocco, che porta lo stesso nome, fino a Termoli: riuscito il cammino di San Timoteo verso quella che, come ricorda anche una nuova rotonda a Rio Vivo, è a tutti gli effetti una città timoteana.

Un'occasione di incontro e crescita spirituale  sulle orme di Timoteo, discepolo dell'Apostolo Paolo e compatrono della città e della Diocesi di Termoli-Larino,  del quale si custodiscono le reliquie.

I pellegrini, tra i quali molti giovani, hanno seguito un percorso singolare, condiviso dal parroco di San Timoteo, don Benito Giorgetta, che dal Lazio ha attraversato la provincia di Isernia e alcuni siti religiosi per poi raggiungere la città adriatica.

Una sosta anche alla casa famiglia 'Iktus' - Lucia e Bernardo Bertolino’  per conoscere da vicino un progetto dedicato agli ultimi e all'inclusione sociale.

Tappa in città dove il gruppo, accompagnato nel corso dell'intera visita da Cleofino Casolino, è stato accolto dai Cavalieri di San Timoteo, da padre Enzo Ronzitti, dal coro di San Francesco e da tanti volontari che hanno condiviso il progetto.

I pellegrini guidati da don Luigi Pozzi, hanno poi visitato la Cattedrale di Termoli per venerare le reliquie di San Timoteo.  Sono stati accolti da Gilda Falcone di Pietrangolare per una visita esperienziale tra luoghi ricchi di storia, arte e cultura.

Visita anche a Larino con i volontari dell' Associazione culturale.

L'iniziativa, patrocinata anche dalla Pro loco, si è conclusa con una messa nella chiesa parrocchiale di San Timoteo, lo scambio di doni e l'augurio di proseguire in questo progetto di conoscenza, promozione e diffusione della figura del Santo,  al centro anche di una nuova poesia di Sebastiano Di Pardo.





.

 

pubblicata in data