Diocesi di Termoli Larino

Sabato prossimo, 11 agosto, con inizio alle h. 18,00, presso il Convento dei Cappuccini di Serracapriola, centro appartenente alla Diocesi di Larino fino al 1985, si terrà un Convegno storico legato alla stessa istituzione francescana pugliese.
Saranno trattate, in generale, vicende riguardanti la vita dei Cappuccini in Serracapriola dove i religiosi, nel 1536, fondarono il loro Convento, giunto secondo (subito dopo quello di Larino), in ordine cronologico, della vasta Provincia di “Sant’Angelo e San Pio da Pietrelcina” comprendente, ancora oggi, l’intero Molise, tutta la Capitanata, la provincia di Benevento e parte di quelle di Avellino e Caserta (un tempo la stessa circoscrizione abbracciava anche la zona di Vasto).

Si parlerà, in particolare: 
  • del periodo trascorso a Serracapriola da San Pio da Pietrelcina;
  • della dimora, nello stesso centro pugliese, dei Servi di Dio Padre Matteo d’Agnone e Padre Raffaele da Sant’Elia a Pianisi;
  • del Cappuccino mons. Bernardino Di Milia, Vescovo di Larino dal 1891 al 1910.
Quest’ultimo, prima di giungere nella città frentana, fu Nunzio Apostolico presso le Repubbliche di Santo Domingo, Haiti e Venezuela. Nel 1877, proprio durante il periodo di permanenza oltre oceano del futuro Vescovo di Larino, vennero alla luce, nella Cattedrale di Santo Domingo, i veri resti mortali di Cristoforo Colombo.
Allo stesso mons. Di Milia venne affidato, tre anni dopo (nel 1880), il compito di riportare in Italia alcuni frammenti ossei del Grande Navigatore Genovese per essere consegnati, nel corso di due solenni cerimonie, in Vaticano ed all’Università di Pavia.
I relatori saranno:
  • Padre Antonio BELPIEDE, Procuratore Generale dei Cappuccini;
  • Padre Cipriano DE MEO, Vice Postulatore per la Causa di Beatificazione di Padre Matteo d’Agnone;
  • Giuseppe MAMMARELLA, Direttore dell’Archivio Storico Diocesano di Termoli-Larino e della Biblioteca.
I lavori saranno introdotti dagli interventi di Nino PASSIANTE, Presidente di “Italia Nostra” di Foggia, e Domenico PILOLLI, Presidente di “ApsArios”.







.

 

pubblicata in data