Diocesi di Termoli Larino

Sono riprese nella nuova sede al piano terra dell'ex seminario vescovile, nel cuore di Piazza Sant'Antonio a Termoli, le attività del Centro di aiuto alla famiglia “Amoris Laetitia” della Diocesi di Termoli-Larino.
 Si tratta di un'Opera Segno voluta fortemente dal Vescovo, Gianfranco De Luca, e condivisa con una èquipe di professionisti ed esperti formata e competente che si propone di dare una risposta in termini di prossimità e di recupero delle relazioni all'intero territorio, offrendo numerosi servizi in vari settori.
Il direttore del Centro è don Gianfranco Lalli.
 Le aree attivate nei primi sei mesi di apertura sono le seguenti:
- area relazione di aiuto (consulenza familiare, individuale giovani e adulti o di coppia; psicoterapia di coppia, familiare o di gruppo; consueling e sostegno psicologico; valutazione della personalità);
- area legale (consulenza e assistenza legale su diritto di famiglia e minorile; mediazione familiare);
- area formazione (riprendono i 'Sabati formativi' a partire da fine settembre con un percorso della genitorialità e, da ottobre, con un percorso sulla conoscenza di sé);
- area prevenzione ed educazione (percorsi sull'affettività nelle scuole di ogni ordine e grado; percorsi sull'educazione di genitori e adolescenti);
- sono in corso di attivazione l'area etica (che comprende metodi di fertilità naturali, sostegno psicologico alle donne in difficoltà aiuto alla vita); l'area medica (consulenza e assistenza medica riguardanti il singolo, la coppia e la famiglia; consulenza ginecologica).
Il centro è aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19.  Telefono: 0875.473443 – 347.6334582 mail: info@centroaiutoallafamiglia.it o pagina Facebook
Si consolida gradualmentespiega il direttore del Centro, don Gianfranco Lalli – un  percorso condiviso di accoglienza alla persona, alla coppia e alla famiglia che in sei mesi ha già generato i primi frutti significativi. Sono una sessantina i contatti e quaranta le consulenze attivate. Il progetto del Centro diocesano, in cui il nostro vescovo ha fortemente creduto, offre uno spazio di ristoro personale, coniugale e familiare per riarmonizzare dentro la vita ogni persona in difficoltà con un approccio di equipe e di impronta cristiana che prende in carico la persona stessa rispettando la sua dignità e ascoltando i suoi problemi cercando di definire insieme un percorso di aiuto e assistenza fondato sul recupero delle relazioni.
Si tratta dei primi passi compiuti dal Centro con impegno e una formazione continua. Le persone hanno bisogno di essere ascoltate e aiutate a rimuovere tante situazioni che creano disagio, da quelle superficiali ad altre molto più profonde. È, dunque, un servizio di accompagnamento concreto alla famiglia che soffre i problemi del tempo. Riprendere le attività dai nuovi locali che si trovano direttamente sulla piazza rappresenta un ulteriore segno di vicinanza alle persone e di stimolo a lavorare con rinnovato impegno e sensibilità”.
 
pubblicata in data