Diocesi di Termoli Larino

Con la Quaresima si apre un tempo di grazia attraverso un vero cammino di conversione di cui il Signore ci vuole rendere partecipi in piena libertà e consapevolezza”.

Così il vescovo della Diocesi di Termoli-Larino, Gianfranco De Luca, durante l'omelia della messa presieduta in Cattedrale nella giornata del mercoledì delle Ceneri che ha segnato l'inizio del percorso di preparazione alla Pasqua di Resurrezione.

Una riflessione e una possibilità, quella di accogliere “un Dio che viene verso di noi” e un “tempo di rinnovamento spirituale” che può far riscoprire il senso di un rapporto vero e sincero con un Padre pieno di amore che ci ha donato la vita e irrompe nella nostra esistenza.
 
Il rito dell'imposizione delle ceneri sul capo dei fedeli ha costituito un richiamo all'umana finitezza ma anche, come osservato mons. De Luca “un momento per ripartire da questo limite e guardare all'evento pasquale traendo forza e sostegno dalla grazia di Dio che non abbandona mai i suoi figli”.  

Ascolto della Parola, confessione, preghiera viva, gesti di comunione e carità che consentono di riscoprire anche il senso di una piena fraternità nelle esperienze di vita quotidiana: questi alcuni dei temi e degli atteggiamenti indicati dal Vescovo di Termoli-Larino per il tempo di Quaresima.
 
La messa, concelebrata con il parroco della Cattedrale, mons. Gabriele Mascilongo, è stata animata dalla Cappella musicale di Santa Maria della Purificazione diretta dal maestro, Paolo Tarantino. 
 
pubblicata in data