Diocesi di Termoli Larino

Entusiasmo e partecipazione significativa per il primo corso gratuito “Up to Youth” sulla creazione d’impresa organizzato dall'associazione Un Paese per Giovani, “opera segno” della Diocesi di Termoli Larino, di recente trasformata in un Circolo del Movimento Cristiano Lavoratori che accompagna i giovani nella ricerca di lavoro, in collaborazione con Microlab Onlus, che offre formazione e accompagnamento sui temi della creazione d’impresa, ed esperti nazionali nella consulenza d’impresa.

I circa cinquanta giovani partecipanti sono stati accompagnati dal Nicola Caporaso – già consulente di finanza, banche, organizzazione e sviluppo d’impresa e mentor al Politecnico di Milano per l’accompagnamento alla creazione di start-up – e da Fabrizio D’Ippolito – responsabile di Un Paese per Giovani ed esperto di comunicazione, marketing ed accompagnamento al lavoro – ad esplorare le tematiche chiave dello sviluppo d’impresa: business plan, business model canvas, strumento essenziale nella pianificazione strategica di un’azienda, aspetti societari, modelli e requisiti dell’impresa, nozioni base in controllo di gestione e accesso al credito.

Il corso si è rivolto a chi desiderava approfondire i temi della creazione e sviluppo d’impresa e a chi aveva già un’idea imprenditoriale e voleva verificarla o essere accompagnato a svilupparla.

Due giorni intensi in cui i partecipanti hanno appreso i modelli innovativi di sviluppo di una start-up ed hanno iniziato a sperimentarli ed applicarli alle proprie idee.

Ad assisterli nei lavori anche Andrea Gabbay, manager di multinazionali tedesche e americane e Antonietta Panico, responsabile associazione Microlab.

A conclusione del percorso non è mancata la testimonianza di chi ha già scelto di fare impresa attraverso formazione e riconoscimenti internazionali, ma di impiantarla in Molise, a Campochiaro: Giuseppe Prioriello, CEO di Packly, azienda innovativa nel settore del packaging.

“È stato un primo esperimento di collaborazione a favore dei giovani molisani in cerca di lavoro, che oltre a cercarlo vogliono crearlo ed hanno solo bisogno di essere accompagnati – ha dichiarato Fabrizio D’Ippolito a margine dell’evento. Un esperimento ben riuscito che ha messo solo le basi di un percorso che di sicuro continuerà – ha concluso. Dimostrazione che anche il Molise è un terreno molto fertile di voglia di fare, di mettersi in gioco e di fare impresa.

Intanto, continueremo a lavorare nel progetto di creazione di una grande rete sociale del lavoro, ragione per cui Un Paese per Giovani è nata e voluta dal nostro vescovo mons. Gianfranco De Luca – ha concluso il responsabile dell’associazione Fabrizio D’Ippolito”.
 
Per chi è interessato ad entrare a far parte della rete di Un Paese per Giovani trova tutte le modalità e contatti su www.unpaesepergiovani.it

 

pubblicata in data