Diocesi di Termoli Larino

Coniugare il rispetto per la terra e per i suoi prodotti con quello dei diritti dei lavoratori; promuovere azioni concrete di inclusione sociale per le persone più fragili con la diffusione di cultura e l’attenzione alla partecipazione di tutti: esiste già un mondo un po’ diverso, non convenzionale, a Larino.
Si tratta dell’esperienza che ruota attorno alla Locanda Terre del Seminario, il bellissimo e ospitale complesso di via Mons. Balduino 1: qui, e nei terreni circostanti, la Cooperativa Arcobaleno Sorriso di Dio e l’Azienda agricola Terre del Seminario, opere segno della Diocesi di Termoli- Larino, svolgono quotidianamente e con passione il proprio lavoro (https://www.sorrisodidio.org/about/). Sia la società agricola sia la cooperativa producono contemporaneamente beni materiali (alimentari e non) e immateriali, cioè servizi ad esempio per l’inclusione socio- lavorativa. Entrambe cercano di rivolgere tutto il proprio impegno allo sviluppo di una logica di sostenibilità ambientale, sociale ed economica, con particolare attenzione alla tutela e alla conservazione delle risorse naturali per le generazioni future in ogni singolo territorio.

È questo (e molto altro) il mondo che i partecipanti al primo Biovenerdì che si è tenuto venerdì 19 luglio proprio presso la Locanda di Larino, hanno avuto modo di conoscere un po’ più da vicino. I Biovenerdì sono un’idea originale, un modo fuori dall’ordinario per dare il benvenuto nel mondo di questo piccolo pezzo di cooperazione sociale del territorio. Frutto di un lavoro di rete tra diverse associazioni del territorio bassomolisano, i Biovenerdì, promossi dalla Cooperativa Sociale Arcobaleno Sorriso di Dio e patrocinati dal Comune di Larino, sono stati organizzati in collaborazione con la rete Tempi Moderni e il Circolo del Cinema Lino La Penna, con la Caritas diocesana di Termoli- Larino (ente gestore del progetto sprar/siproimi “Rifugio Sicuro”), con le Cooperative sociali DiversaMente e Progetto Popolare che gestiscono il Centro Diurno di Salute Mentale a Termoli, con l’Associazione AIAB Molise (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) e con l’Associazione Nati per Leggere.

La serata di venerdì, e quelle a seguire, prevedono la proiezione di film e documentari centrati sul tema dell’agricoltura sostenibile, dell’ecologia, dell’attenzione al cambiamento sociale e, dopo il film, un dibattito e un’apericena conviviale: Transumanza Tour, l’interessantissimo docu-musical di Valerio Gnesini (distribuito dalla piattaforma indipendente OpenDbb) ha aperto la prima delle cinque serate in programma. Il tour musical- contadino lungo l’Italia alla scoperta del woofing e delle nuove forme di ruralità ha tenuto i presenti incollati allo schermo. Ne è seguito un dibattito curato dall’Associazione AIAB e un’ottima cena, preparata quasi esclusivamente con i prodotti raccolti e trasformati da Terre del Seminario.
 
Venerdì 26 luglio 2019, sempre alla Locanda Terre del Seminario e a partire dalle 18, si replica: nella prima parte della serata l’Associazione Nati per Leggere coinvolgerà i piccoli ospiti presenti, bambini dai 3 ai 6 anni accompagnati dai genitori, nell’avventura della lettura: sarà una piacevole esperienza, un’immersione nei libri per l’infanzia tra storie e sorrisi. A partire dalle 19 verrà proiettato Libero, il film del 2019 di Michel Toesca che racconta la storia vera di Cedric Herrou, un agricoltore, che ha deciso con l’aiuto di altri abitanti della Val Roia di aiutare i migranti e i rifugiati che tentano senza successo di entrare in Francia. Il confronto che seguirà la visione del film sarà a cura della Caritas Diocesana di Termoli- Larino, che da anni opera nel settore della protezione e dell’accoglienza di migranti, richiedenti asilo e rifugiati.
Per permettere agli organizzatori di garantire una buona ospitalità dei presenti è necessario prenotarsi per l’apericena. Il costo è di dieci euro: per informazioni e prenotazioni si può inviare uno sms al numero 366.2768046 oppure inviare una mail all'indirizzo: sorrisodidio@yahoo.com.
 
Nota a cura degli organizzatori
 






.
pubblicata in data