Diocesi di Termoli Larino

Al via da venerdì 17 a sabato 18 novembre 2017 il primo e innovativo Corso di Economia Civile promosso dalla Diocesi di Termoli-Larino e dal Progetto Policoro con la Scuola di Economia Civile. – Polo 'Lionello Bonfanti' di Incisa e Figline Valdarno (Firenze).

Il percorso formativo, condiviso dal Vescovo, Mons. Gianfranco De Luca, si svolgerà fino a maggio 2018 e sarà articolato in sei moduli: cinque il venerdì e il sabato presso la Casa di Formazione diocesana 'Giovanni XXIII' di Larino e uno presso la Sede Nazionale della Scuola di Economia civile.

Nello svolgimento delle attività formative si alterneranno lezioni tenute da autorevoli relatori, con l'esposizione di esperienze e lavori di gruppo.

I docenti delle due prime giornate saranno: - Vera Negri Zamagni, Professore ordinario di Storia Economica all’Università di Bologna e docente della Scuola di Economia Civile-SEC. - Ivan Luigi Vitali, Direttore generale dell’Associazione conVoi onlus di Milano. Consulente per progetti ed imprese di economia civile e Socio fondatore, Consigliere delegato e Docente della SEC.

La Scuola di Economia civile nasce dall'incontro di studiosi, esperti di impresa, operatori economici e istituzioni, sensibili all'idea di un'economia al servizio della persona e attenta all'ambiente e al territorio, che hanno scelto di condividere patrimoni valoriali, esperienze di studio e vita pratica con il mondo del lavoro e con chi opera nelle organizzazioni a movente ideale, nelle imprese, nelle pubbliche amministrazioni, nel mondo delle professioni.

 “L'obiettivo di questo percorso formativo – spiega Fabio Cordella, responsabile del Progetto Policoro per la Diocesi di Termoli - Larino – è quello di chiarire il concetto di 'bene comune' nel suo insieme e con esempi concreti ed esperienze riuscite. Affronteremo argomenti come: pubblica felicità, gratuità e reciprocità, per diffondere il messaggio che lavorando insieme condividendo lo stesso obiettivo si possono realizzare dei grandi cambiamenti all’interno dei nostri territori. Le adesioni non sono mancate e di questo siamo molto entusiasti per un corso rivolto a tutti coloro che si spendono o vogliono spendersi nel nostro territorio per condividere quelli che sono i valori cristiani e la missione della Scuola, forti della convinzione che senza una nuova cultura economica e del lavoro è difficile immaginare un futuro sostenibile”.






.

pubblicata in data

Depliant