Diocesi di Termoli Larino

Si è svolto, nella Parrocchia di Santa Maria degli Angeli, il primo di due incontri diocesani di formazione liturgica per i ministri istituiti e i ministri straordinari dell’Eucaristia, che aveva come tema il documento conciliare della Sacrosanctum Concilium e nello specifico i primi due capitoli.

La formazione è tesa non solo a conoscere l’arte liturgica ma anche nel prendere consapevolezza dell’eccellenza e importanza della liturgia nella vita della Chiesa Universale e Locale.

Molti sono i fedeli battezzati che si santificano nel servire Dio e i fratelli attraverso il servizio liturgico. Servizio che mai deve snaturarsi in un freddo tecnicismo liturgico o, tantomeno, essere svolto con approssimazione con il solo criterio della buona volontà. Gli incontri promossi dalla Diocesi di Termoli-Larino mirano a evitare questi due errori e ciò avviene se il servizio è sempre innestato alla Vite che è Cristo il quale, ieri come oggi e sempre, salva l’uomo tramite l’opera così grande – e sono parole del Concilio – della liturgia.

Numerosi erano i ministri straordinari dell’Eucaristia i quali, come si sa, accompagnano i fedeli infermi nel periodo della malattia portando loro la Parola e il Pane, molti di essi sono di fatto l’unico volto della Chiesa per i fratelli che per la loro infermità non possono varcare le soglie delle parrocchie ma che sono più che mai le fondamenta nascoste della stessa all’insaputa, il più delle volte, degli altri fedeli.

Durante l’incontro si è sottolineata l’importanza di fa sapere ad altri l’esistenza di questo prezioso servizio nascosto ma presente in tutte le comunità parrocchiali della Diocesi.

Affinché altri battezzati, mossi dallo Spirito, possano mettersi alla sequela di Cristo nel servizio della comunità ecclesiale. Non basta essere accoliti, lettori, o ministri straordinari, si deve sapere! Si deve uscire dal recinto liturgico parrocchiale! Si deve uscire dalla sacrestia e testimoniare la gioia del servire Cristo nei fratelli. Ogni servizio è dono ma prima ancora è occasione di annuncio umile per altre persone che aspettano la rivelazione dei figli di Dio.

Gabriele Di Salvo
Centro Pastorale per la Vita spirituale e la Liturgia
Commissione Ministranti
pubblicata in data